Progetto Palladium

Nei computer del prossimo futuro potrà girare soltanto software autorizzato da Microsoft, in modo da offrire finalmente diritti digitali realmente protetti all’industria del software, del cinema e alla discografia. Potrebbe essere la morte di Linux! Per Palladium Microsoft si è alleata con Compaq, HP, IBM, Intel e AMD, con l’obiettivo di creare una nuova generazione di software da abbinare a processori nei quali saranno integrate direttamente potenti funzioni di sicurezza. L’obiettivo dichiarato è rendere più sicuro l’uso dei computer, che stando alle promesse di Microsoft diventeranno immuni ai virus, elimineranno lo spam, proteggeranno i nostri dati personali e consentiranno finalmente transazioni commerciali online sicure e l’avvio di servizi legali di distribuzione di musica e film attraverso Internet. Il portatile Thinkpad T-30 di IBM è già acquistabile con un sottosistema di sicurezza conforme allo standard Palladium (noto più tecnicamente come TCPA). Ma non è tutto oro quello che luccica… Link

Windows 2000 SP 3 e Patch Cumulativa di Sicurezza per IE

E’ stato rilasciato un aggiornamento importante per Windows 2000, il Service Pack 3, contenente tutti gli aggiornamenti già insiti nei Service Pack 1 e 2 e numerose altre correzioni (buchi di sicurezza, compatibilità software, drivers di periferiche, errori di sistema, ecc.). Questo service pack è fortemente raccomandato dalla stessa Microsoft perché contiene fra le tante correzioni: Windows Installer 2.0, l’aggiornamento del componente “Automatic Update”, l’aggiornamento di Media Player e i fix di alcuni pericolosi bug di IIS 5. SP3 è già disponibile anche per i sistemi operativi Win2000 in lingua italiana (124 Mb). Sempre in questi giorni la Microsoft ha rilasciato un aggiornamento critico di Internet Explorer, la patch cumulativa di Agosto 2002 (Q323759). Si tratta di un update imprescindibile perché oltre a contenere tutti i fix contenuti nelle patch di sicurezza di IE 5 e 6 uscite fino ad oggi, protegge una serie di vulnerabilità del browser di nuova scoperta. Anche per questo update è già disponibile la release italiana. Windows 2000 SP3Lista delle correzioni contenute in SP3 per Win2000Patch Cumulativa Agosto 2002 per IE 5 e 6

Service Pack 1 blindato per Windows XP!

I primi di Settembre 2002 dovrebbe vedere la luce – finalmente – il Service Pack 1 per Windows XP. Le novità principali riguardano:
– l’inclusione del Service Pack 1 per Internet Explorer 6
– il tanto sospirato supporto per USB 2.0
– i primi componenti del progetto Windows Media Center (per l’Home Entertainment)
– delle modifiche al SO tali da consentire l’ottemperanza agli impegni assunti dalla casa di Redmond nei confronti del Dipartimento della Giustizia americano (DoJ), ossia la possibilità di sostituire componenti fondamentali di sistema con applicazioni di terze parti (per non violare le leggi sull’antitrust) come IE, Outlook Express, Media Player e Windows Messenger
– un aggiornamento del sistema di protezione che apre ancor più la strada verso il tanto discusso progetto “Palladium”!
Il nuovo sistema di protezione integrato in SP1, grazie ad un meccanismo di riconoscimento delle principali product key piratate e dei crack più diffusi su Internet, bloccherà nel primo caso (key piratata) l’installazione del pacchetto di aggiornamento e Windows Update, e nel secondo caso (presenza di crack) addirittura paralizzerà l’operatività dello stesso SO, al punto da richiedere la riattivazione del prodotto. Inoltre è previsto che anche Windows Update dal 2 Ottobre 2002 sarà in grado di riconoscere chiavi piratate in modo da bloccare gli aggiornamenti automatici! Le nuove distribuzioni retail di Windows XP ovviamente integreranno SP1. Vi segnaliamo inoltre che frattanto Microsoft ha già rilasciato la RC1 di Windows .Net Server. Home Page Microsoft

Windows XP Service Pack 1

Sono stati ufficialmente rilasciati da Microsoft i Service Packs per Windows XP (Home Edition e Professional Edition), per Windows 2000 (Professional, Server e Advanced Server) e per Internet Explorer. Indichiamo di seguito i link per scaricarli. Riproponiamo inoltre il link alla patch cumulativa di Agosto 2002 per IE6.
Windows 2000 Service Pack 3 (english) (124.68 MB)
Windows 2000 Service Pack 3 (italiano) (124.68 MB)
Internet Explorer 6 Service Pack 1 (english) (480 KB – ie6setup.exe)
Internet Explorer 6 Service Pack 1 (italiano) (480 KB – ie6setup.exe)
Windows XP Service Pack 1 (english) (133.94 MB)
Windows XP Service Pack 1 (italiano) (133.94 MB)
Patch Cumulativa per IE 6 (Q323759 – english) (2.41 MB)
Patch Cumulativa per IE 6 (Q323759 – italiano) (2.41 MB) – Microsoft Download Center

Perché installare SP1 per Windows XP?

A parte tutte le novità introdotte in SP1 (fra le quali spiccano il supporto per USB 2.0 ed il nuovo Media Center) – da noi già recensite su queste pagine – c’è un motivo essenziale per il quale l’installazione di SP1 per XP è fortemente raccomandabile, e cioè la correzione di un pericolosissimo bug di sicurezza (probabilmente il più grave buco di XP finora mai riscontrato). Provate a creare una cartella di nome testxxx sul vostro disco rigido (c:testxxx), mettete in tale directory alcuni files senza importanza e provate a digitare la seguente stringa sul vostro browser: “hcp://system/DFS/uplddrvinfo.htm?file://c:testxxx*” . Apparirà una finestra della Guida di Windows sulle risorse hardware che vi porrà una domanda: basterà dare il consenso alla richiesta per veder istantaneamente sparire tutti i files contenuti nella directory c:testxxx. A questo punto provate ad immaginare una e-mail malevola o una pagina web che attraverso uno script faccia eseguire la stringa di cui sopra: utenti malintenzionati potrebbero cancellare il contenuto del vostro hard disk nella vostra inconsapevolezza! Naturalmente ci dissociamo nel modo più categorico da iniziative di tal genere e non rispondiamo di un utilizzo improprio della stringa sopra riportata! Ne approfitto per segnalarvi che è stato, poi, già individuato il primo bug pure di SP1 (un problema nella gestione delle identità multiple su Outlook Express) e, per concludere, vi indico una funzione nascosta di Windows XP che potrebbe risultarvi utile: “hcp://system/sysinfo/sysComponentInfo.htm” (dopo un breve calcolo si genererà una pagina contenente tutte le informazioni sulla vostra configurazione hardware)! – Knowledge Base Article Q329084

OpenOffice 1.0.1

Gestite uno studio o una attività professionale che fa uso di programmi di word processing o di foglio elettronico e non volete investire in costose licenze di blasonati programmi? La Sun Microsystems vi viene incontro offrendo “gratuitamente” una suite di office automation di notevole fattura: OpenOffice 1.0.1. OpenOffice è un progetto Open Source che ha quale scopo primario lo sviluppo di una Suite per l’Ufficio multi-lingue e multi-piattaforma, basata sullo standard aperto XML di salvataggio dei documenti. Punti di forza di questo pacchetto della Sun Microsystems sono: a) è realizzato anche in lingua italiana; b) garantisce piena compatibilità (in importazione ed in esportazione) con gli applicativi Microsoft Office; c) è molto veloce e stabile; d) non impiega ingenti risorse di sistema (la versione per Microsoft Windows richiede 250 mb di spazio disco, una scheda grafica che supporti la risoluzione di 800×600 pixel a 256 colori, un processore di classe Pentium e 64 mb di RAM). La suite comprende i seguenti programmi: – Writer (videoscrittura) – Calc (foglio di calcolo) – Draw (disegno e pubblicazioni) – HTML Editor (pagine web) – Impress (presentazioni) – Math (formule matematiche). La redazione è rimasta notevolmente sorpresa dalla facilità d’uso e dalla potenza degli strumenti messi a disposizione dalla suite gratuita di Sun. L’unico neo è la mancanza di un programma per gestire database. Home Page OpenOfficeDownload OpenOffice 1.0.1 ITA per Windows (50 mb)Download OpenOffice 1.0.1 ITA per Linux (71 mb)Dizionario Italiano per il Correttore Ortografico (367 kb)Strumento Sillabazione in Italiano (8 kb)Note sul Correttore Ortografico

MSN Messenger a pagamento?

Microsoft ha annunciato di voler duplicare l’offerta del prodotto MSN Messenger con il rilascio: a) di una versione a pagamento denominata MSN 8; b) di una versione gratuita e standalone del solo Messenger 5. MSN 8 costituirà una vera e propria suite professionale di instant messaging, dotata di servizi innovativi e riservata agli acquirenti. Il semplice MSN Messenger continuerà tuttavia a rimanere un prodotto gratuito, anche se non si varrà di tutte le innovazioni della versione a pagamento. Fra le innovazioni in MSN 8 (il numero di revisione “8” non tragga però in inganno gli utenti, perché si tratta, come sovente accade, di una manovra commerciale volta, nella fattispecie, a contrastare il lancio del client di AOL versione 8!) sono da segnalare: a) la possibilità di sottoscrivere un vero e proprio abbonamento Internet a banda larga o dial-up (ma è possibile acquistare MSN 8 anche senza sottoscrivere alcun abbonamento Internet); b) un innovativo e incisivo controllo parentale sulle comunicazioni via messenger dei figli; c) una pop-up sulle news di MSN Today; d) una rubrica potenziata che offrirà la possibilità di condividere tutti i contatti MSN e Hotmail; e) instant messaging anche da e verso i telefoni cellulari; f) controllo anti-virus e anti-spam. MSNBC News Article